Ostuni: il Comune rinnova la collaborazione con Giunko SRL, la start-up bolognese creatrice di Junker

OSTUNI (BR). L’applicazione per smartphone ideata per facilitare la vita dei cittadini alle prese con la raccolta differenziata dei rifiuti domestici, resta un prezioso strumento nelle mani di tutti gli ostunesi. L’amministrazione comunale conferma la validità di Junker e rinnova la convenzione con l’innovativa start-up bolognese Giunko SRL, creatrice di un software che permette di eseguire una raccolta differenziata perfettamente in linea con il vigente regolamento comunale. 
Il servizio è semplice e al tempo stesso rivoluzionario: scansionando il codice a barre del prodotto o dell’imballaggio, il sistema lo riconosce grazie a un database interno in cui sono censiti di oltre 1 milione di prodotti, indicando la scomposizione nelle materie prime e le modalità del loro corretto smaltimento. Fruibile sia in ambiente Android, che Apple e scaricabile in nove lingue oltre l’italiano, Junker riconosce quello che stiamo gettando e ci dice come fare, grazie al continuo aggiornamento della banca dati, a cui possono contribuire gli stessi utenti. Se il prodotto scansionato non viene riconosciuto, il cittadino può infatti trasmetterne l’immagine e ricevere in tempo reale la risposta su come smaltire il suo involucro. In questo modo l’informazione viene aggiunta all’elenco esistente, per diventare immediatamente parte integrante del sistema. 
"Junker è uno strumento strategico studiato essenzialmente per migliorare la qualità della raccolta differenziata, ma anche per aumentarne la quantità" afferma l’ing. Luigi Nacci, assessore all’ecologia e all’ambiente del Comune di Ostuni "rendendo i cittadini più consapevoli e attenti alla salvaguardia ambientale. Perfettamente in linea con la filosofia delle smart-city, l’applicazione è completamente gratuita per tutti gli utenti e consente a noi amministratori di comunicare una serie di informazioni utili, come l’ubicazione dei CAM – centri mobili di raccolta, i calendari del porta a porta, le indicazioni per lo smaltimento dei rifiuti speciali. Come migliaia di utenti sanno già, utilizzare Junker è molto semplice – continua Nacci – perché l’applicazione, che si avvale della geo localizzazione, è in grado di indicarci il centro di raccolta mobile più vicino o condurci fino all’isola ecologica, oppure spiegare quali sono i giorni e le modalità di adempimento al servizio di raccolta porta a porta nell’area in cui siamo. Uno strumento che ci consente anche di raccogliere le segnalazioni di degrado dovute all’abbandono indiscriminato di rifiuti, un’incivile abitudine che stiamo cercando di contrastare con grande impegno su diversi fronti".
Unica in Italia e in Europa, Junker App si è diffusa rapidamente in tutta la Penisola perché offre un servizio rapido, di facile utilizzo, accurato e completo, aperto ai contributi degli utenti e declinabile in base alle esigenze organizzative degli enti locali. Per incoraggiare la raccolta differenziata e quindi l’utilizzo di Junker, l’amministrazione comunale avvierà nelle scuole ostunesi che vorranno aderire all’iniziativa, una campagna di educazione ambientale volta a insegnare ai più giovani le corrette modalità di smaltimento dei rifiuti e a sensibilizzali sulle disastrose problematiche ambientali causate dall’eccessiva produzione di rifiuti.
Ulteriori informazioni sono reperibili consultando il sito ufficiale di Junker.
CONDIVIDI

Daniele Martini

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Commenti
    Commenti Fb

0 commenti:

Posta un commento