Ostuni: l’ATI Gial Plast/Bianco Igiene decide di assumere i 14 operatori stagionali

OSTUNI (BR). A distanza di poche ore dall’incendio propagatosi ieri, lunedì 13 agosto, all’interno del Centro comunale di raccolta in Contrada Santa Caterina, l’assessore all’ambiente Luigi Nacci spiega la dinamica dell’incidente e rassicura la cittadinanza in merito all’intensificazione del servizio di raccolta nei prossimi giorni. Non solo, l’assessore Nacci annuncia che non verranno aumentati gli importi relativi alla TARI, come paventato dall’opposizione. 
Durante il giro per il ritiro di carta e cartone dalle utenze non domestiche, l'autista di un autocompattatore di proprietà dell’ATI affidataria si è accorto della presenza delle fiamme all'interno del cassone. Per motivi di sicurezza ha quindi lasciato piazza Italia e si è diretto presso l’Isola ecologica di Santa Caterina, dove il cassone è stato svuotato sul piazzale di manovra, permettendo però al vento di propagare le fiamme ad altri cumuli vicini, causando la propagazione dell'incendio. La tempestiva reazione della squadra antincendio del CCR prima, e dei vigili del fuoco poi, ha permesso di contenere il rogo e di evitare che danni alle strutture o, peggio, ai lavoratori. Domate in poco tempo, le fiamme non hanno prodotto alcun pericolo di natura igienico-sanitaria e gli operatori hanno potuto in breve tempo ripristinare lo stato dei luoghi. 
"Quanto appena accaduto in un periodo di altissima criticità, visti gli elevati quantitativi di rifiuti che transitano quotidianamente all’interno del CCR" ha dichiarato l’assessore all’ecologia e all’ambiente Luigi Nacci "dimostra in maniera inconfutabile che la gestione del Centro, anche grazie ai costanti controlli effettuati dall'ufficio DEC, è da considerarsi assolutamente in linea con gli standard attesi. Di ciò ne ha dato conferma in senso positivo anche il controllo fatto dai carabinieri nella mattinata prima dell'incidente, sollecitato da esposti presentati da alcuni residenti della zona artigianale. Nonostante l’incidente di ieri abbia creato qualche difficoltà al servizio di raccolta, l’ATI Gial Plast/Bianco Igiene ha dato dimostrazione di voler risolvere i disagi con grande senso di responsabilità. Di questo, sento di dover darne atto perché purtroppo le ultime settimane di agosto richiedono ingenti sforzi a chi gestisce il servizio, in parte previsti e in parte imprevedibili come l'incidente accaduto. Devo dare atto inoltre che dopo molteplici appelli di tutta l'amministrazione comunale, l'ATI Gial Plast/Bianco Igiene ha finalmente inteso assumere altri 14 operatori stagionali che si aggiungono ai 65 a tempo indeterminato ed i 40 a tempo determinato per i servizi integrativi estivi per far fronte alle aumentate richieste del territorio. Preme sottolineare che sia l'amministrazione comunale per tramite del mio assessorato, che l'ATI affidataria, stanno lavorando con grande sforzo e in maniera serena per dare piena attuazione a quanto disposto dall'ordinanza di prosecuzione del servizio dopo la sentenza del Tar emessa dal Sindaco. Nei prossimi giorni, sia gli uffici del comune, che quelli dell'ATI affidataria, stabiliranno, in ossequio a quanto determinato dall'ordinanza del Sindaco, il costo aggiornato del canone del servizio in base agli aumenti Istat e al calcolo relativo alle tabelle FISEE del contratto collettivo nazionale. Posso assicurare con orgoglio che, a differenza di quanto sbandierato dalle opposizioni non ci saranno aumenti della Tari per l'anno 2018 e che quanto fatto dagli uffici comunali e dal mio assessorato è sempre attuale. Con una gara ponte conseguenziale al primo fallimento degli accordi per il bando dell’ARO, condizionato dal veto posto dalla subentrata amministrazione di Fasano, mi auguro che chi tra le opposizioni in questi mesi ha voluto cavalcare l'onda del disastro amministrativo del mio assessorato, sfruttando le prevedibili difficoltà oggettive, ora abbia l'umiltà di chiedere scusa ai cittadini per il procurato allarme relativo al sicuro aumento della TARI e anzi al contrario inizi a lavorare per il bene del nostro Comune, creando, a partire dalle commissioni, un clima di collaborazione e di sereno confronto, seppure con il rispetto dei ruoli e dei punti di vista diversi. Gestire queste deleghe è un onere molto gravoso, che sento di portare avanti con grande senso di servizio e di responsabilità, allo scopo unico di svolgere al meglio il mandato affidatomi dal Sindaco".
CONDIVIDI

Daniele Martini

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Commenti
    Commenti Fb

0 commenti:

Posta un commento