Ostuni: prende forma il Distretto Urbano del Commercio "Città Bianca". Candidatura delle associazioni entro il 15 febbraio

OSTUNI (BR). Costituitosi il 25 novembre scorso, il Distretto Urbano del Commercio "Città Bianca" inizia a dare corpo a una visione integrata di sviluppo, che preveda interventi di recupero e rigenerazione del centro storico e di quello urbano, mirata alla valorizzazione della rete commerciale ostunese. Si è tenuto lo scorso venerdì 12 gennaio presso la sede dell’Assessorato alle Attività Produttive, l’incontro del Consiglio direttivo del nuovo ente, composto dal sindaco Gianfranco Coppola, nel ruolo di presidente, e dai consiglieri Giuseppe Chiarelli (Confcommercio Puglia) e Antonio D’Amore (Confesercenti Puglia). 
Messo a punto l’Avviso Pubblico, a breve reperibile online sul sito istituzionale del Comune di Ostuni, il Consiglio direttivo ha stabilito che il termine ultimo per la presentazione delle manifestazioni d’interesse è fissato al 15 febbraio 2018. L’idea, in linea con le direttive fornite dalla Regione, è quella di inserire il DUC "Città Bianca" all’interno di un percorso che, dal Piano di valorizzazione commerciale vada verso una migliore attrazione dei luoghi, dotando di servizi e strumenti infrastrutturali/tecnologici le principali aree delle città.
Durante l’incontro di venerdì scorso, sono state valutate le ipotesi relative alle quote di cofinanziamento, che ammontano complessivamente a 13mila euro, suddivise tra i soggetti che costituiscono il Consiglio direttivo. Definita inoltre la quota di adesione all’associazione del Distretto Urbano del Commercio "Città Bianca" per i soci ordinari, che ammonterà a 200 euro.
Per la Regione Puglia i Distretti Urbani del Commercio rappresentano l’idea strategica e innovativa per realizzare progetti nei quali i cittadini, le imprese e ogni soggetto pubblico e privato siano liberamente aggregati per rendere il settore commerciale il volano per l’integrazione e la valorizzazione di tutte le risorse di cui dispone un territorio. I fondi riconosciuti dalla Regione Puglia per la realizzazione del DUC nel Comune di Ostuni, ammontano a 55mila euro, dei quali 25mila saranno ripartiti per la creazione di una piattaforma tecnologica, mentre il resto sarà utilizzato per attivare corsi di formazione, assistenza, studi e organizzazione di eventi.
"Di concerto con le associazioni che entreranno a far parte del DUC 'Città bianca', verrà dato particolare risalto alla rete commerciale" dichiara l’assessore alle Attività Produttive Maria Zurlo "attraverso la creazione di un collegamento tra la parte storica della città e Viale Pola, centro nevralgico del commercio ostunese. La Villa Comunale rappresenterà una sorta di crocevia tra i due poli d’interesse strategico, diventando di fatto un contenitore di mostre-mercato. Nel chiostro di Palazzo San Francesco si pensa di realizzare, una volta trasferiti gli uffici comunali presso la ex Pretura, un polo produttivo e culturale in cui convergano arti e tradizioni. Maggiori dettagli in merito agli interventi previsti con la costituzione del DUC 'Città Bianca', verranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà entro la fine del mese in corso".
CONDIVIDI

Daniele Martini

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Commenti
    Commenti Fb

0 commenti:

Posta un commento