Lecce: Aleksandr Sokurov il "Protagonista del Cinema Europeo"

LECCE. Sarà il grande autore russo Aleksandr Sokurov il "Protagonista del Cinema Europeo", la sezione del Festival che si terrà a Lecce dall’8 al 14 aprile presso il Multisala Massimo.
"Sono felicissimo di celebrare uno dei maggiori Maestri del cinema contemporaneo proprio in occasione di un traguardo così importante quale la XX edizione del Festival del Cinema Europeo - dichiara il direttore artistico Alberto La Monica-. La sua presenza onora e conferisce ulteriore lustro e prestigio alla manifestazione. La soddisfazione è ancora più grande perché riesco a coronare quello che era uno dei sogni di mia madre, Cristina Soldano, con la quale per tanti anni abbiamo coltivato il desiderio di portare Aleksandr Sokurov a Lecce". 
L’omaggio, curato da Massimo Causo, ripercorre momenti salienti dell’opera del regista - insignito di numerosi premi in festival internazionali come Berlino, Cannes, Locarno, Mosca, Toronto, Venezia -  proponendo la retrospettiva di alcuni dei suoi film più rappresentativi realizzati dalla seconda metà degli anni '90 a oggi tra cui  l'intera tetralogia del potere Toro, Moloch, Il Sole e Faust  (Leone d’Oro a Venezia 68, nel 2011).
In anteprima italiana sarà presentato anche A Russian Youth di Alexandr Zolotukhin, ex allievo di Sokurov che ne ha firmato la produzione creativa, presentato al Forum della scorsa Berlinale. Per l’occasione, a Lecce, sarà presente Eduard Pichugin direttore generale di Lenfilm Studio.
L’11 aprile il Festival del Cinema Europeo dedica un’intera giornata a Sokurov, con una master class - moderata da Massimo Causo con Aliona Schumakova - che si terrà in mattinata al MUST, Museo Storico della Città di Lecce.
In serata, all’autore sarà consegnato l’Ulivo d’Oro alla Carriera al Multisala Massimo, al termine di un incontro col pubblico condotto da Marco Müller. A seguire sarà proiettato Russian Ark (Arca Russa), scelto dallo stesso Sokurov e pellicola a lui molto cara, che in uno straordinario e unico piano sequenza racconta 300 anni di storia russa attraversando i saloni dell’ Hermitage di San Pietroburgo.
I titoli della retrospettiva: Francofonia - Il Louvre sotto occupazione (Francia, Germania, Olanda, 2015); Faust (Russia, 2011); Alexandra (Russia, Francia, 2007); Il sole (Russia, Italia, Svizzera, Francia, 2005); Padre e figlio (Russia, Germania, Italia, Olanda, 2003); Toro (Russia, 2001); Moloch (Russia, Germania, Giappone, Italia, Francia, 1999); Madre e figlio (Russia, Germania, 1997); A Russian Youthdi Alexandr Zolotukhin, produttore creativo Alexandr Sokurov (Germania, 2019).
Il Festival del Cinema Europeo, ideato e organizzato dall’Associazione Culturale "Art Promotion", è realizzato dalla Fondazione Apulia Film Commission e dalla Regione Puglia con risorse del Patto per la Puglia (FSC).
Si avvale inoltre del sostegno del Comune di Lecce e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale Cinema.
Il Festival del Cinema Europeo, riconosciuto dal MiBAC "manifestazione d’interesse nazionale", è membro dell’Associazione Festival Italiani di Cinema, si pregia del Patrocinio del Parlamento Europeo e della collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia, del S.N.G.C.I., della FIPRESCI, del S.N.C.C.I., del Centro Nazionale del Cortometraggio, dell'Agiscuola, dell’Accademia di Belle Arti di Lecce.

Media partner: Cinecittà News, Cineuropa, FRED Film Radio

Technical partner: Rai Cinema Channel, Augustus Color, Passo Uno, futuroRemoto Gioielli
CONDIVIDI

Daniele Martini

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Commenti
    Commenti Fb

0 commenti:

Posta un commento