San Vito dei Normanni: venerdì 14 dicembre incontro sul tema "La bellezza nella Liturgia, il suo decadimento e la crisi della Fede"

SAN VITO DEI NORMANNI (BR). La tradizione plurisecolare, la norma liturgica, così come l’Esortazione Apostolica Sacramentum Caritatis ribadiscono l’importanza della Bellezza nel culto cattolico: ’"La bellezza non è un fattore decorativo dell’azione liturgica; ne è piuttosto elemento costitutivo, in quanto è attributo di Dio stesso e della sua rivelazione. Tutto ciò deve renderci consapevoli di quale attenzione si debba avere perché l’azione liturgica risplenda secondo la sua natura propria”: così si è espresso sul tema, ad esempio, Benedetto XVI, specificando altresì quanto siano importanti il rispetto e la cura dei paramenti, degli arredi, dei vasi sacri, di ogni pur piccolo dettaglio al fine di esprimere la Bellezza nel Culto a Dio. Eppure, troppo spesso si assiste ad un vero e proprio imbruttimento, con messe trasformate in show mondani, preti che sembrano dimenticare il proprio ruolo, strumenti tribali e chiasso al posto del silenzio, mentre gesti come quello dell'inginocchiarsi sono comportamenti sempre più rari. Ma storpiare ed imbruttire la Liturgia, fino "al limite del sopportabile", oltre che a costituire un abuso normativo, ha conseguenze gravissime sulla Fede, come è del resto oggi evidente, tra chiese vuote, assenza di formazione autenticamente cristiana, e degenerazioni gnostiche.
In questi anni, però, la reazione dei fedeli a tali abusi sembra aver dato vita ad una sorta di nuovo movimento liturgico sempre più dilagante e che spinge per il recupero della Bellezza della Tradizione. Di tutto ciò se ne parla venerdì 14 dicembre alle ore 18:45 presso la Chiesa di San Michele Arcangelo a San Vito dei Normanni con Mons. Nicola Bux, Consultore pontificio, teologo e liturgista di fama internazionale.

CONDIVIDI

Daniele Martini

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Commenti
    Commenti Fb