San Michele Salentino: l'11 e 12 agosto la festa patronale di San Michele Arcangelo

SAN MICHELE SALENTINO (BR). Saranno due giorni all’insegna della fede e della tradizione, ma anche della musica e divertimento, quelli che San Michele Salentino si appresta a vivere sabato 11 e domenica 12 agosto in occasione dei festeggiamenti in onore del Patrono San Michele Arcangelo.
Per l’occasione l’intera città sarà vestita a festa, con luminarie, mercatini e bancarelle per le vie del centro e la Cassa Armonica in Piazza Marconi, dove sabato 11 agosto, a partire dalle 21, si alterneranno, per un grande momento di musica tradizionale e contemporanea, tre Bande provenienti dalla Puglia: l’Associazioni Giovani Musicisti di Ceglie Messapica, diretta dal M° Michele Vitale, l’Orchestra di Fiati "Giuseppe Chimenti" di Montemesola, diretta dal M° Lorenzo De Felice e l’Orchestra di Fiati "Paesiello" di Palagiano, diretta dal M° Rocco Cetera. Un vasto repertorio dove, alla musica classica, come vuole la tradizione bandistica, si affiancheranno brani di musica leggera e jazz.
Sempre nella principale piazza della città, domenica 12 agosto, alle ore 21, l’Amministrazione Comunale omaggerà gli studenti di San Michele che nell’anno scolastico appena concluso hanno conseguito la Maturità con il massimo dei voti. Seguirà, dalle 21:30, il concerto di Matthew Lee, il fenomeno italiano del rock’n’roll che, dopo aver entusiasmato il pubblico di tutta Italia ed Europa, scalderà la città sanmichelana con la sua Big Band, con uno show da non perdere, divertente, elettrizzante, superenergico e soprattutto unico grazie alle capacità di virtuoso del pianoforte che Matthew Lee mette in mostra in ogni suo show. L’eclettico pianista e compositore, italianissimo nonostante il nome d’arte, è un musicista con le carte in regola sia dal vivo che nei dischi e due anni dopo il recente album D’altri tempi è uscito Piano Man, disco nel quale offre un mix insolito di arrangiamenti molto personali di hit internazionali (Lady Gaga, Bruno Mars, Nancy Sinatra, George Harrison, Bobby Darin) e brani classici (Gioacchino Rossini e Kurt Weill) che riproporrà nel suo live pieno di energia. Nella scaletta ci saranno anche brani inediti ed un sacco di sorprese come ormai Matthew ci ha abituato da tempo. 
Al termine del concerto, intorno alla mezzanotte, nei pressi della Villa Comunale, si terrà lo spettacolo pirotecnico a cura della Ditta Truppa di Latiano.
Le luminarie sono a cura della Ditta Memmola di Francavilla Fontana. 
Gli appuntamenti religiosi, invece, prevedono il 9, 10 e 11 alle ore 19, presso la Chiesa di San Michele Arcangelo il Solenne triduo in onore del Santo Patrono, mentre domenica 12 alle ore 18.15 il tradizionale rito della consegna delle chiavi della Città da parte del Sindaco al Santo Patrono. Seguirà alle ore 18 la SS Messa Solenne presieduta dal Parroco don Tony Falcone. Nel corso della SS Messa ci sarà la consegna dell’olio e della lampada votiva. Alle 19.45, il Simulacro del Santo percorrerà le vie del paese. 
Stando al culto, il fatidico ritrovamento di una statua in pietra del santo guerriero in un punto imprecisato dell’attuale Piazza Marconi da parte di un contadino del luogo, evento che influenzerà la denominazione della masseria-nucleo embrionale di San Michele Salentino, fa presupporre la presenza di uno sconosciuto insediamento in tale luogo, forse ricollegabile al monachesimo orientale. In questi luoghi la devozione per il Santo assunse una connotazione agro-pastorale, legata cioè all’attività che la popolazione locale da tempo immemore ha esercitato per garantirsi la propria sopravvivenza. Le processioni dedicate al Santo, infatti, in due diversi periodi dell’anno, a maggio e settembre, coincidevano, la prima, in prossimità dell’arsura estiva, con la richiesta di una stagione ricca di pioggia, mentre la seconda con la fine del raccolto, per benedire l’inizio del nuovo ciclo produttivo, quello oleario.
CONDIVIDI

Daniele Martini

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Commenti
    Commenti Fb

0 commenti:

Posta un commento