Brindisi: sabato 5 novembre 2016 arriva "Romeo y Julieta Tango" per BrindisiClassica

BRINDISI. Cresce l’attesa a Brindisi per la prima assoluta in città dello spettacolo "Romeo y Julieta Tango" della Compagnia Naturalis Labor in scena al Teatro Verdi sabato 5 novembre alle ore 20:30. 
Lo spettacolo, ideato e realizzato dal regista e coreografo Luciano Padovani per la Compagnia Naturalis Labor di Vicenza, è ispirato al celebre dramma d’amore shakespeariano e fonde in modo originale il grande teatro con la danza contemporanea. In scena un cast di dodici tangueros argentini e giovani artisti italiani sapientemente affiancati e sostenuti dalla musica del celebre Tango Spleen Cuarteto, che esegue celeberrime musiche di Piazzolla, Speranza, Calo, Mores, Quartango.   
Una produzione importante e di successo che ha incantato il pubblico di tutta Italia. Un appuntamento da non perdere.   La critica si è soffermata sulla genialità e capacità delle scelte sceniche di saldare virtuosamente danza contemporanea e tango, sulla veloce e febbrile mutevolezza dell'azione, che non concede spazio alla noia, sulle scelte musicali e sull'ottima esecuzione live del Tango Spleen Cuarteto. Per Silvia Poletti "...Solo gli amanti si muovono con gli slanci energici e gli avviluppi poderosi della danza contemporanea ... La loro danza ha coloriture emozionali più palpitanti, ovviamente: ma è ben calibrato, senza soluzione di continuità, il fluire nelle salide tanguere quando i due si confondono e si moltiplicano simbolicamente nelle altre coppie". 
Con Romeo y Julieta Tango, prende il via la trentaduesima stagione concertistica "BrindisiClassica", realizzata dall'Associazione Musicale "Nino Rota" con la direzione artistica di Silvana Libardo e Francesca Salvemini, sotto l'egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, col patrocinio della Regione Puglia e della Provincia e del Comune di Brindisi. Per maggiori informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero 0831581949. 
CONDIVIDI

Daniele Martini

  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
  • Image
    Commenti
    Commenti Fb

0 commenti:

Posta un commento